giovedì 15 gennaio 2015

Il volo di un'innamorato...

Non chiedetemi di stare fermo. Non l'ho mai fatto.
Non chiedetemi di avere il vostro ritmo. 
Non chiedetemi di essere realista. Sogno dal primo giorno.
Non chiedetemi di fare ciò che fanno tutti. Sono sempre andato dall'altra parte.
Non chiedetemi di stare apatico e senza speranza. I miei occhi cercheranno sempre l'orizzonte poiché è li che voglio andare.

Non chiedetemi di non fare cose pazze. Cosa fareste se amaste una persona? 
Non passereste ogni singolo giorno per ricordarvi perché la amate? 
Io si!

Non chiedetemi di drogarmi. Non voglio dimenticare che si può scegliere di vivere.
Non chiedetemi di essere diverso da quello che sono.
Non chiedetemi di essere come voi. 

Non chiedetemi di piangermi addosso. Poiché ella l'ho amata dalla prima difficoltà.
Non chiedetemi se ho paura.
Non chiedetemi se ho coraggio. 
Amarla comporta paura e coraggio di affrontarla.

Non chiedetemi come farete ad amarla. 
Si può forse conquistare una persona nello stesso modo?

Non chiedetemi quanto durerà. 
Si può forse iniziare un rapporto preoccupandosi di quando finirà?

Non chiedetemi se amo la mia vita.
Chiedetevi se voi amate la vostra.


Copyright tutti i diritti riservati ©











sabato 25 ottobre 2014

... Amici .... di nome....

Scorre il tempo intorno a noi e le persone con esso. Ci troviamo in mezzo ad un sacco di gente, mescolandoci con loro, prendendo ogni cosa bella, di ogni persona, per farla nostra. L'amicizia in tutto questo è una parola che troppe volte viene usata come sbrigativa definizione, forse perché dire conoscente ci fa passare troppo male. L'amicizia è una cosa forse da molti ostentata ma nessuno sa quanto essa sia delicata almeno quanto l'amore stesso. Personalmente sono cresciuto tra i consigli di mia madre, donna diffidente ma solare, che mi ammoniva dicendo - "stai attento che non tutti sono amici".  A lungo andare diventano una bella cornice nella parte che dobbiamo interpretare, alcuni ti accompagnano per mesi, alcuni anni, altri invece non ti lasciano mai. Penso che l'amicizia sia stata sopravvalutata per pigrizia di vocabolario ed anche perché viene data per scontato.
Ricordo ancora adesso le prime disavventure con i conoscenti e come ogni mia cicatrice, mi è costata dolore. Ma qui non si tratta di dire chi è meglio e chi è peggio, poiché colui o colei che è un conoscente per me, non può esserlo per qualcun'altro.
Si tratta soltanto di definire le relazioni con le parole che il vocabolario ci dispone:  - "Conoscente: Persona con la quale si ha un rapporto di buona educazione, di simpatia, ma non di vera amcizia" - grazie a questa definizione infatti, possiamo dire che il mondo è pieno di conoscenti e scarso di amici.


Amicizia: Sentimento di affetto, di simpatia, di stima, di solidarietà tra due o più persone, che si traduce in rapporti di dimestichezza e familiarità.

La parte che meno piace a molti, è che durante la recitazione in questo enorme show, ci possano essere relazioni simili ad amicizia con più persone, vuoi per motivi di lavoro, vuoi per le vacanze, vuoi per studio e molto altro, ma non frequentandosi oltre il luogo di incontro ove gli intenti sono gli stessi.
Infatti si può avere comuni interessi durante questi percorsi e quindi si trovi affinità con persone che appaiono diverse in tutto e per tutto.

Poiché fondamentalmente all'essere umano non piace stare solo.

Questo vuole essere un plauso a tutti i miei amici, quelli sinceri, quelli nuovi, quelli di sempre, quelli più grandi e quelli più piccoli.

Copyright tutti i diritti riservati ©

sabato 20 settembre 2014

E lo dico alla luna!

La luce della luna che mi scalfisce il volto
tra le fronde degli alberi 
con le ombre in grande risalto,
Scorgo te, sì bella con i tuoi occhi
così dolci e grandi
proprio con quelli così in profondo mi arricchi
E lo dico alla luna che mi fa compagnia 
se la guardo mi ricordo
di lei che mi ha mandato in agonia
Sin dal primo dì che l'ho veduta....


...... e lo dico alla luna, si... questa
mi ha fregato maremma ciuca!



Copyright tutti i diritti riservati ©